deutsch
english
francais
italiano
espanol
Photo
Riso OGM

Comunicato Stampa del 29 Agosto 2006
Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (Germania)

Dopo lo scandalo della contaminazione di riso negli Stati Uniti:

Le autorità europee sollecitate a non approvare il riso geneticamente modificato della Bayer

Negli Stati Uniti un tipo di riso geneticamente modificato e non ancora approvato, è stato ritrovato in campioni di forniture destinate al consumo umano. Il riso, sviluppato da Bayer CropScience, produce una proteina che lo rende resistente all'erbicida glufosinato. Il Giappone ha immediatamente sospeso le importazioni dagli Stati Uniti di riso a grano lungo.

Gregory Jaffe, direttore del settore biotecnologie del Center for Science in the Public Interest (Centro per la scienza nell'interesse pubblico), un'associazione di consumatori a Washington, afferma che l'incidente è "un altro esempio di come l'industria delle biotecnologie continui ad operare in modo irresponsabile."

In Europa la Bayer ha presentato una domanda per l'importazione di un riso Geneticamente Modificato simile a quello del caso in questione, chiamato LL62, il quale è destinato alla alimentazione umana. La tedesca Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (CBG), che per 25 anni ha controllato la compagnia, sollecita l'EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) con base a Parma, a non approvare il riso LL62 in quanto la sua approvazione implicherebbe rischi sconosciuti per la salute umana e per l'ambiente.

Philipp Mimkes, portavoce della CBG così si esprime: "In relazione al riso geneticamente modificato, chiediamo una applicazione rigida del principio di precauzione. L'incidente avvenuto negli Stati Uniti, mostra che il rischio collegato ai raccolti geneticamente modificati non è controllabile nel lungo termine." Secondo Mimkes, l'approvazione da parte dell'Europa del riso geneticamente modificato consentirebbe alla Bayer e alle altre compagnie biotecniche di promuoverne la coltivazione nei paesi in via di sviluppo. Questo potrebbe portare alla contaminazione dei tipi di riso coltivati nelle zone di origine, a una diminuzione della diversità e potrebbe mettere a rischio la principale fonte di cibo dei paesi in via di sviluppo. L'impatto negativo ricadrebbe più pesantemente proprio sul settore più vulnerabile, quello dei poveri in aree rurali.

RIFIUTARE RISO GENETICAMENTE MODIFICATO

L´espresso, 22 agosto

OGM: ALLARME UE PER PARTITA DI RISO IN ARRIVO DAGLI USA

La Commissione Europea sta investigando su una partita di riso geneticamente modificato prodotta negli Usa, nel timore che parte di essa abbia raggiunto i mercati europei. Le autorita' statunitensi hanno comunicato la presenza di tracce di riso Ogm in alcuni stock di cereali prodotti dalla Bayer CropScience, il ramo agroalimentare della multinazionale tedesca Bayer. Ad aver dato l'allarme e' stata la compagnia stessa. Sia Bayer che le autorita' Usa hanno dichiarato che il riso non crea rischi per la salute e per l'ambiente, ma Bruxelles ha chiesto maggiori informazioni al dipartimento dell'Agricoltura della Casa Bianca. Nello specifico, Bruxelles vuole apprendere se parte del riso possa aver raggiunto il mercato europeo e su quale base siano state effettuate le analisi. E' intanto 'giallo' su come il riso Ogm sia stato immesso sul mercato. Si tratta infatti di un prodotto sperimentale che la Bayer non ha ancora intenzione di commercializzare ne' e' mai stata rilasciata alcuna autorizzazione amministrativa per la sua vendita.

23 agosto 2006

Ue inasprisce regole su import di riso biotech Usa

BRUXELLES - L'Unione europea ha varato regole più severe sulla documentazione del riso importato dagli Usa, per dimostrare che non contenga organismi geneticamente modificati (Ogm) non autorizzati, ha detto oggi la Commissione europea.
"La Commissione europea ha oggi adottato una decisione che richiede che le importazioni di riso dagli Usa siano certificate come libere da Ogm LL Rice 601 non autorizzato", si legge in un comunicato dell'esecutivo Ue.
"Le misure di emergenza... significano che, con effetto immediato, potranno entrare nella Ue soltanto le partite di riso Usa che sono state testate da laboratori accreditati che usano metodi di verifica riconosciuti e accompagnate da un certificato che attesta l'assenza di LL Rice 601", dice la nota.
Il 18 agosto la Commissione è stata informata dal ministro dell'Agricoltura Usa, Mike Johanns, che tracce di riso Ogm erano state riscontrate in campioni di riso destinato a uso commerciale.
Circa tre settimane prima, il 31 luglio, le autorità per la sicurezza dell'alimentazione avevano detto che esami condotti da Bayer CropScience, una divisione di Bayer AG, avevano mostrato tracce di LL Rice 601 in grani di riso in Arkansas e Missouri.
Era la prima scoperta di riso geneticamente modificato in partite di riso destinate al mercato.
L'Europa ha importato 300.000 tonnellate di riso Usa lo scorso anno, l'85% del quale a grano lungo. Nessun riso Ogm è stato ancora autorizzato per l'importazione o la vendita nei 25 paesi della Ue.

22 agosto

Greenpeace chiede all'Europa di bloccare importazione riso Ogm dagli Usa

L'organizzazione ambientalista Greenpeace ha chiesto oggi il blocco globale delle importazioni di riso dagli Stati Uniti in seguito alla scoperta in alcuni campioni di riso a grani lunghi commercializzato sul mercato americano di tracce di organismi geneticamente modificati (Ogm) non autorizzati.
Questa misura, sottolinea Greenpeace in un comunicato, è necessaria per "proteggere la gente dal consumo di varietà di riso geneticamente modificate illegali, non testate e non approvate".
L'organizzazione punta il dito contro la Bayer, "gigante agro-alimentare il cui riso Ogm 'Liberty Link 602', non prodotto per uso commerciale, è stato trovato nel riso in vendita negli Stati Uniti". Risultato, spiega la nota, "le importazioni di riso dagli Stati Uniti sono state vietate immediatamente in Giappone".


Coalition against Bayer Dangers, August 21, 2006
After the US Rice Contamination Scandal:

European Authorities urged not to approve Bayer´s GM Rice!

In the US an unapproved type of genetically engineered rice has been found in samples of supplies destined for human consumption. The rice, developed by Bayer CropScience, produces a protein that makes it resistant to the herbicide glufosinate. Japan has suspended US long-grain rice imports immediately.

Gregory Jaffe, biotechnology director for the Center for Science in the Public Interest, a consumer group in Washington, says this incident is "another example of how this biotechnology industry continues to act irresponsibly."

In Europe Bayer has tabled an application for the import of a similar GM rice called LL62. This modified rice is meant for human consumption. The Coalition against Bayer Dangers from Germany which has been monitoring the company for 25 years urges the European Food Safety Authority (EFSA) not to approve LL62. An approval of this modified rice would pose unknown risks for human health and the environment.

Philipp Mimkes, speaker of the group: "We call for the stringent application of the precautionary principle with regard to GM rice. The incident in the US shows that risks linked with modified crops can´t be controlled in the long term." Mimkes states that a European approval of GM rice would allow Bayer and other biotech companies to promote GM rice cultivation in developing countries. This could lead to genetic contamination of existing rice cultivation in the centres of origin and diversity and could jeopardise the principal food source in the developing world. The negative impact would fall most heavily on the most vulnerable, the rural poor.