deutsch
english
francais
italiano
espanol
Photo
Fosgene

Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer
Comunicato Stampa, 2 Ottobre 2006

Dopo un'esplosione, un 'gruppo di pressione' invita la Bayer a produrre plastiche TDI senza l'uso di fosgene

Dopo un'esplosione che ha causato il ferimento di 22 persone, avvenuta in uno stabilimento della Bayer a Baytown negli Stati Uniti, un gruppo di pressione contro la Bayer, con base in Germania, ha invitato il gigante della chimica a produrre sostanze plastiche TDI senza l'utilizzo del fosgene, un gas velenoso.

Philipp Mimkes della Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer afferma: “Sfidiamo la Bayer a creare un impianto per la produzione di TDI senza l'uso del fosgene. La Bayer deve valutare se una esplosione come quella avvenuta negli Stati Uniti possa avvenire anche nei suoi impianti tedeschi per la produzione di plastiche TDI”. Il fosgene, altrimenti noto come carbonil cloride, è un gas tossico utilizzato come arma chimica durante la prima Guerra Mondiale. Migliaia di tonnellate di fosgene sono prodotte ogni anno come prodotto intermedio nella realizzazione di plastiche da parte della Bayer.

Al momento la Bayer produce plastiche TDI a Dormagen e Brunsbuettel in Germania e sta costruendo una nuova fabbrica a Shangai (China). Le plastiche TDI possono essere prodotte senza l'uso del fosgene, ma la Bayer non ha mai messo a punto completamente la procedura.

L'esplosione di Baytown è avvenuta il 26 settembre in un serbatoio contenente TDI, una sostanza cancerogena. Secondo la Texas Commission on Environmental Quality Commissione sulla qualità dell'ambiente del Texas l'esplosione ha danneggiato un'altro serbatoio che conteneva circa 15.000 chili di ammoniaca la quale è altamente tossica. I lavoratori colpiti hanno avuto bisogno di inalazioni di ossigeno. La Occupational Safety and Health Administration (OSHA) Amministrazione per la salute e la sicurezza sul lavoro degli Stati Uniti ha aperto un'inchiesta.

L'unità di produzione delle plastiche TDI di Baytown era già stata colpita da una esplosione con incendio nel febbraio del 2004. Nel giugno del 2005 un lavoratore a contratto era morto nella stessa fabbrica dopo essere stato investito da un getto di fenolo chimico. Un'inchiesta della OSHA stabilì che procedure poco chiare avevano portato a un eccesso di pressione nella valvola. La OSHA aveva emesso una doppia denuncia nei confronti della Bayer per mancanze nei confronti delle regole di sicurezza sul posto di lavore e imposto una multa di $5.000.

Explosion in Baytown / Coalition urges Bayer to produce TDI plastics without phosgene