deutsch
english
francais
italiano
espanol
Photo
Comunicato Stampa

Comunicato Stampa
15 Settembre 2004

Canada: Bayer e Shell richiamate all'ordine per mancato rispetto delle leggi provinciali

Il ministero per l'Ambiente dell'Ontario ha ordinato a dodici aziende petrolchimiche di rispettare le leggi canadesi sull'ambiente. Tra queste vi sono quattro impianti della Bayer Inc e uno della Shell Canada. Le compagnie hanno ricevuto l'ordine dalle autorità provinciali a seguito di ispezioni condotte negli ultimi quattro mesi. L'ordine include la richiesta di presentare piani di azione in caso di sversamenti accidentali, di ricevere l'approvazione per le fonti di emissioni e di assicurare il corretto stoccaggio, trasporto e smaltimento degli scarti prodotti.

L'ispezione degli impianti della Bayer ha identificato problemi tra i quali:
- assenza del Certificato di Approvazione per l'istallazione e l'uso di macchinari che possono rilasciare nell'ambiente sostanze contaminanti
- assenza di un Certificato di Approvazione, nuovo o rinnovato, per le variazioni apportate a un sistema fognario esistente
- presenza di parecchi pozzi di controllo della falda acquifera in cattivo stato di manutenzione
- presentazione impropria di rifiuti pericolosi

Il Ministro per l'Ambiente Leona Dombrowsky, che ha ordinato agli impianti di porre rimedio ad almeno 26 infrazioni, ha dichiarato che ciascuno dei problemi è grave. "Dobbiamo mandare un segnale molto chiaro: non tollereremo da parte di nessuno che vengano inquinate le nostre acque" ha affermato. " Ci sono delle compagnie che fanno i loro affari senza seguire le norme. La cosa è estremamente seria."

Philipp Mimkes della CBG, (Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer) ha aggiunto: "Negli ultimi anni si sono verificati una serie di sversamenti di sostanze chimiche nel fiume Saint Claire. Non si può permettere che compagnie come la Bayer mettano in pericolo l'ambiente e le comunità intorno ai loro impianti"

Bela Trebics che è a capo di una squadra di consulenti ambientali a Wallaceburg è critico nei confronti di ciò che ha definito un lieve castigo per i trasgressori della Chemical Valley. "Gli abitanti di Wallaceburg sono più al sicuro? Non credo che si sentano più al sicuro di prima." I sistemi di approvvigionamento delle acque di Wallaceburg e di altre comunità che si trovano a valle della Chemical Valley di Samia sono stati bloccati nell'agosto scorso, all'inizio di febbraio e ancora in marzo dopo fuoriuscite di sostanze chimiche dagli impianti.

Mike Bradley, il sindaco di Samia, ha affermato che le indagini sono apprezzabili e che porteranno con ogni probabilità ad un miglioramento delle operazioni e a una maggior fiducia del pubblico. La squadra ministeriale è arrivata a Samia in febbraio e ha controllato le operazioni di 26 dei 32 impianti della Chemical Valley. Un portavoce del Ministero ha detto che venti di essi contravvenivano alle leggi dell'Ontario. Una compagnia che fosse condannata per la prima volta per un grave reato puo ricevere una multa fino a 6 milioni di dollari al giorno. Le persone fisiche possono ricevere una multa fino a 4 milioni di dollari al giorno e pene detentive che possono arrivare a 5 anni meno un giorno.