deutsch
english
francais
italiano
espanol
Photo
Comunicato Stampa

Comunicato Stampa
24 Settembre 2004

Le compagnie farmaceutiche lanciano sul mercato integratori inutili

DIETA ATKINS: "LA BAYER TRAE VANTAGGIO DA DIETE RISCHIOSE"

La dieta Atkins, che consente un uso illimitato di proteine e di grassi, non riduce le calorie, ma limita drasticamente il consumo di carboidrati, ha trovato milioni di seguaci in questi ultimissimi anni. Negli Stati Uniti ci sono 44 milioni di persone che seguono una dieta a basso tenore di carboidrati o che comunque tengono sotto controllo la loro assunzione. Da momento che chi segue una dieta povera di carboidrati può andare incontro a una carenza di vitamine e sali minerali, circa 5 milioni di americani assumono integratori - un mercato gigantesco per le compagnie alimentari e farmaceutiche.

Queste diete hanno però la caratteristica di accelerare la perdita di calcio e le organizzazioni sanitarie mettono in guardia contro la possibilità di problemi cardiaci, anomalie renali e osteoporosi. Il Dottor Arne Astrup, danese, esperto di obesità ha recentemente scritto sul giornale medico The Lancet che mal di testa, debolezza muscolare e diarrea si riscontrano più frequentemente in persone che seguono la dieta Atkins piuttosto che in persone che seguono diete convenzionali. Il Dottor Astrup ha anche osservato che alito pesante, crampi muscolari, debolezza generale, e irritazioni cutanee si riscontrano in maggior misura nelle diete povere di carboidrati piuttosto che in quelle povere di grassi.

Gli esperti di sanità sono generalmente concordi nel dire che il modo migliore di assumere le necessarie vitamine e sali minerali è attraverso il cibo. Ma nonostante questo l'industria alimentare e farmaceutica non esita a saltare sul carrozzone Atkins. In aprile la Bayer ha lanciato CarbSmart un composto multivitaminico contenente vitamine del gruppo B e antiossidanti che si prende una volta al giorno ed è in libera vendita. In quattro mesi la sostanza ha incassato 2,8 milioni di dollari negli Stati Uniti. La Wyeth ha risposto un mese dopo col suo Centrum Carb Assist. Lo stesso WeightSmart della Bayer, che si prende una volta al giorno, ha totalizzato l'anno scorso vendite per 32 milioni di dollari nei soli Stati Uniti.

Philipp Mimkes della tedesca CBG (Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer) che tiene sotto controllo le attività della Bayer da oltre 25 anni, ha così commentato: "La Bayer cerca di lucrare su una dieta ad alto rischio. Naturalmente i direttori della Bayer sanno che la dieta Atkins può essere dannosa per la salute e che gli integratori alimentari non potranno mai rimpiazzare il cibo naturale. Ma in fin dei conti la salute della gente non conta molto per le compagnie farmaceutiche se le vendite vanno bene." La Coalizione chiede che gli effetti degli integratori siano controllati da agenzie di stato e che tutti gli integratori alimentari siano disponibili solo su presentazione della ricetta medica.

La Bayer ha recentemente acquisito l'unità di medicine in libera vendita della Roche aggiungendo così ulteriori prodotti vitaminici al suo portafoglio. In Europa il boom della dieta Atkins è appena agli inizi e sta partendo dalla Gran Bretagna, ma un numero sempre crescente di annunci sulla "dieta miracolo" vengono pubblicati su riviste e presentati in spettacoli televisivi.